1 Il pregiudizio sui cosmetici Made in China

Ciao trucchine!
Il titolo di questo articolo, ne sono sicura, susciterà subito stupore in tutte voi, perché si sa: i cosmetici che riportano la scritta “Made in China” non sono buoni,sono di qualità scadente e addirittura pericolosi. Ma io oggi vorrei sfatare questo mito con alcune semplici osservazioni e spero di riuscirci, però voglio chiarire una cosa: io non sono un’esperta in materia, ho semplicemente fatto alcune ricerche e mi sono documentata, prendete quindi ciò che vi sto dicendo con i “guanti”, poi ognuna è libera di avere il proprio pensiero.
E’ ormai una credenza ingenua o comune che tutti i prodotti Made in China, e quindi anche i cosmetici, siano di scarsa qualità, non siano realizzati a norma, pericolosi in quanto realizzati con materiali e ingredienti dannosi per la salute, in particolare per la pelle.
In particolare i cosmetici cinesi:
1. Spesso non riportano l’etichetta con l’INCI, ovvero gli ingredienti di cui sono fatti e questo di per sé è un allarme al non fidarsi poiché se non conosciamo di cosa sia fatto un prodotto tendiamo a temerlo (ciò che ignoriamo ci fa paura) e quindi a non comperarlo.
2. Hanno un costo irrisorio, quindi tendiamo a pensare che se un prodotto costi così poco sia in realtà realizzato con materie prime di bassa qualità, ovvero ingredienti di scarto a bassissimo costo, abituate come siamo ai prezzi stellari delle marche più prestigiose.
3. Spesso essi sono venduti in piccoli negozietti cinesi, che tra l’altro vendono anche i più svariati oggettini ai nostri occhi inutili, “cianfrusaglie” come si suol dire, cose di poco valore, e quindi tendiamo a considerare anche i cosmetici come cose di poco valore.
4. Infine casi di cronaca, hanno riportato alla luce situazioni poco piacevoli come ad esempio casi di sequestri di massa di questi cosmetici made in China poiché si è scoperto contenessero alte percentuali di metalli pesanti (tossici per il nostro organismo) o casi di persone che hanno avuto forti allergie alla pelle (addirittura è venuta via la pelle) dopo aver usato alcuni di questi cosmetici (vedi caso Riveel e Markwins). E questo sì, che fa leva sulla coscienza delle masse!
Dopo avervi elencato queste credenze comuni sui cosmetici Made in China vorrei esporvi la mia tesi: “Noi crediamo che i cosmetici realizzati in Cina siano scadenti perché è quello che vogliono farci credere le marche di cosmetici più prestigiose, le quali non ammetteranno mai di utilizzare materiali che provengono direttamente dalla Cina per produrre i loro cosmetici e poi targarli come Made in Italy”.
Sinceramente, non credo molto nella pericolosità di una casa cosmetica che produce in Cina e lo dichiara, piuttosto di una che rimane sul vago indicando una provenienza europea o americana ma poi fa tutt’altro.
Case cosmetiche molto famose come la Pupa, la Elf, la Zoeva, l’Avon, H&M, la Debby, la Deborah, la Sephora , la Mac, dichiarano esplicitamente di produrre alcuni prodotti o tutti in Cina.
E lo riportano proprio scritto sui prodotti stessi…
Palette Sephora Made in China

Allora perché non suscitano scalpore? Perché nonostante riporti la scritta MADE IN CHINA milioni di persone comprano una palette Sephora di 40 euro e non comprano una palette cinese di 10 euro?
Il perchè ve lo spiego in vari punti:
1. Il livello di prestigio del marchio: tendiamo di più a fidarci di un marchio famoso che di uno mai sentito prima; entrare in uno di quei bellissimi e luccicosissimi negozi di Sephora pieni di makeup di svariate tipologie e sempre pieni di gente che acquista, che hanno le palette tester e te le fanno pure provare, ci porta a pensare che quel marchio sia di ottima qualità. L’idea invece di entrare in uno di quei negozi cinesi piccoli e semplici,che vendono varie cianfrusaglie assieme a cosmetici di marche mai sentite prima,ci porta a pensare che invece non siano affatto buoni.
2. I controlli a cui sono sottoposti i cosmetici: è questo che distingue i buoni cosmetici da quelli scadenti e non il marchio Made in China – Made in Italy. Una grande catena come la Sephora durante la filiera di produzione sottopone a rigidi controlli i propri prodotti per verificare che siano dermocompatibili, mentre altri piccoli marchi Made in China non vengono sottoposti a questi controlli e quindi possono avere effetti nocivi a contatto con la pelle, proprio perché non sono stati “testati” prima.
Vi siete mai chieste perché queste marche di prestigio producono i loro prodotti proprio in Cina?
Perché in Cina sono presenti tutte le materie prime necessarie che in Italia non abbiamo, perché in Cina la manodopera costa poco, e ciò significa bassi costi di produzione.
Poi i prodotti vengono esportati in Italia e messi sul mercato ad un prezzo di vendita molto più alto rispetto al costo di produzione. E noi li compriamo ignare di tutto ciò!
In sintesi quindi stiamo attente a non fare distinzioni tra cosmetici Made in Italy e cosmetici Made in China, se un cosmetico è prodotto in Italia ciò non è sinonimo di qualità e viceversa se un cosmetico è prodotto in Cina ciò non è sinonimo di scarsa qualità.
Ci sono casi e casi. La qualità di un cosmetico è data dall’INCI, dai vari controlli a cui è stato sottoposto e dai test dermatologici, e non dalla sua provenienza.
La Vostra
Auty

Follow my blog with Bloglovin

1 commenti:

Katia Fontana ha detto...

Ooooh Grazie per le info! ;)

Posta un commento

Lasciate una vostra traccia truccosa :)

:a   :b   :c   :d   :e   :f   :g   :h   :i   :j   :k   :l   :m   :n   :o   :p

P�gina Anterior Home
 

Copyright © 2011 Charming Girl! Elaborado por Marta Allegretti
Usando Scripts de Mundo Blogger